Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Pia Teichmann

Pia Teichmann ha un master in ecotrofologia, lavora come dietista e creatrice di ricette per iMpuls.
pia-martin

Tutte le risposte di Pia Teichmann

pia-martin
Pia Teichmann

Master in ecotrofologia

Dipende innanzitutto dalla quantità di calorie assunte. Oppure mangi troppo poco? Se l'apporto calorico è troppo basso il corpo reagisce riducendo il consumo energetico. L'organismo cerca così di risparmiare energia. Mangia sano e a sufficienza, con un occhio alle calorie. Consuma molta frutta e verdura, prodotti integrali al posto di quelli a base di farina bianca, latticini magri e alimenti ricchi di proteine come pesce, pollo e cottage cheese. Anche le proteine e le fibre (presenti nei prodotti integrali) hanno un buon effetto saziante. Per placare la fame si può anche bere acqua o prendere un'insalatina come antipasto prima del pasto vero e proprio. Il senso di sazietà subentra normalmente circa 20 minuti dopo aver mangiato, perciò mangia lentamente e mastica bene. Lavarsi i denti subito dopo aver terminato di mangiare aiuta a non spilluzzicare. Per evitare inoltre di arrivare ai pasti con troppa fame si possono preparare degli spuntini a base di frutta o verdura oppure una manciata di noci o anche una piccola porzione di cottage cheese o quark magro.

pia-martin
Pia Teichmann

Master in ecotrofologia

È possibile. In caso di malassorbimento di fruttosio il consumo di fruttosio (ad esempio nella frutta) può causare tra l'altro flatulenza, dolori addominali o diarrea. Il fruttosio è presente soprattutto nel miele e nella frutta a nocciolo. Si tollera meglio in combinazione con il glucosio. Una tale combinazione è presente ad esempio nell'ananas e nelle banane. Prova a consumare questi due frutti. Per maggior sicurezza puoi rivolgerti al tuo medico che ti saprà dare degli utili consigli.

pia-martin
Pia Teichmann

Master in ecotrofologia

Cerca di non consumare alla sera cibi che provocano flatulenza. Forse potrebbe aiutarti anche una passeggiatina digestiva. Il movimento infatti aiuta a digerire. Mangia lentamente masticando bene e prenditi tempo per la cena. E non mangiare troppo in una volta. Se il problema non passa, rivolgiti al tuo medico che potrà indagare su eventuali intolleranze e ulteriori problemi.

pia-martin
Pia Teichmann

Master in ecotrofologia

Chi soffre di malassorbimento di fruttosio, non tollera il fruttosio. Il fruttosio è lo zucchero della frutta, mentre il glucosio è zucchero d'uva (è presente in molti alimenti, non solo nell'uva). Il glucosio è tollerato anche da chi è intollerante al fruttosio. Lo zucchero cristallizzato (saccarosio) è composto da glucosio e fruttosio. In questo caso però il fruttosio contenuto è meglio tollerato in quanto il glucosio ne favorisce l'assorbimento.

Gli articoli di Pia Teichmann