Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Sudare in sauna in modo salutare

Fare la sauna migliora la circolazione e rafforza il sistema immunitario. Persino chi soffre di malattie cardiache, problemi di pressione o di asma può trarne beneficio entro i giusti limiti.

L’atmosfera della sauna è letteralmente infuocata. L’aria diventa «rovente» grazie alle pietre riscaldate da una stufa che le porta a una temperatura di quasi 500 gradi, facendo impennare il termometro fino a 100 gradi Celsius e generando una copiosa traspirazione del corpo. La fase successiva prevede di rinfrescare la pelle con acqua fredda a 15 gradi. I finlandesi sono strenui sostenitori delle proprietà benefiche di questo sbalzo di temperatura già da diversi secoli. Il corpo è sottoposto a uno sforzo notevole, dato che fare la sauna comporta un impegno da parte del cuore e del sistema circolatorio analogo a quello fornito durante un allenamento sull’ergometro o per salire le scale.

Rassoda la pelle e rilassa

È doveroso ammettere che non tutti gli effetti positivi attribuiti alla sauna siano stati concretamente dimostrati. Pare che la stimolazione metabolica generata regali un incarnato luminoso e una pelle più tonica, rallenti l’invecchiamento della pelle e permetta al corpo di eliminare le sostanze nocive, espellendole attraverso i suoi due milioni di ghiandole sudoripare. Inoltre tale pratica sembrerebbe ridurre lo stress, grazie all’azione rilassante esercitata dal calore sui muscoli, e migliorare l’umore, perché stimola il corpo a secernere gli ormoni della felicità.

Protezione contro le malattie cardiache e il raffreddore

Tuttavia, esistono anche studi che attestano gli effetti benefici della sauna per la salute. Nel 2015, i ricercatori dell’Università di Kuopio (Finlandia) hanno dimostrato che l’incremento della frequenza con la quale si fa la sauna riduce il rischio di mortalità legato a malattie cardiovascolari. Negli anni ‘80 gli scienziati chiesero a circa 2300 persone la frequenza con la quale facessero la sauna finlandese, raccogliendo allo stesso tempo informazioni sulle loro malattie e sullo stile di vita. Dopo vent’anni lo studio ha dimostrato che la frequenza nel fare la sauna riduceva il rischio di mortalità. Le persone che facevano la sauna almeno quattro volte a settimana per almeno 11 minuti sono state quelle maggiormente interessate dalla riduzione. I ricercatori ritengono che il calore migliori le prestazioni cardiache in modo analogo a un allenamento di resistenza moderato, rafforzandolo sul lungo periodo.

Inoltre i risultati dello studio confermano chiaramente che fare la sauna, tra le altre cose, possa prevenire il raffreddore. L’aria calda fa salire la temperatura corporea fino a 39 gradi generando lo stesso effetto della febbre: il corpo aumenta le proprie difese contro le infezioni, rinforzando così il sistema immunitario. Nel 2009, alcuni ricercatori australiani hanno chiesto a un gruppo di partecipanti a uno studio di fare regolarmente la sauna per sei mesi. Durante questo periodo, l’incidenza del raffreddore per questi partecipanti è stata dimezzata rispetto a un altro gruppo che invece non faceva la sauna.

klassische-sauna-holz.jpg
klassische-sauna-holz.jpg

Sauna classica

Temperatura: dagli 80 fino ai 100 gradi

Umidità dell’aria: <10 percento

Getti di vapore: sì

La sauna classica rientra tra le attività quotidiane dei finlandesi e anche qui da noi conta diversi fedeli appassionati. Spesso vengono gestite come Blockhaus a sé stanti, rivestite completamente in legno all’interno. Questa sauna trae origine dalla cosiddetta sauna di terra, oggi piuttosto difficile da trovare, caratterizzata da una struttura interrata e rivestita da pietre. L’elevata temperatura e la ridotta umidità dell’aria rendono la sauna classica adatta solo alle persone in buona salute, soprattutto perché i getti di vapore e i volteggi degli asciugamani fanno momentaneamente percepire un aumento del calore.

dampfbad-marmor.jpg
dampfbad-marmor.jpg

Bagno di vapore

Temperatura: dai 40 fino ai 50 gradi

Umidità dell’aria: fino al 100 percento

Getti di vapore: no (ev. banja)

Anche il bagno di vapore rientra tra i modelli classici. Quelli che è possibile trovare con maggiore facilità, anche qui da noi, sono il bagno di vapore romano (calidarium), turco (hammam) e russo (banja). Si caratterizzano per le panche in marmo sulle quali è possibile solo sedersi e non stendersi e la temperatura moderata con un’umidità dell’aria molto alta che consente di sudare copiosamente ed è particolarmente benefica per le persone affette da malattie delle vie respiratorie e cardiocircolatorie.

biosauna-russische-sauna.jpg
biosauna-russische-sauna.jpg

Biosauna

Temperatura: dai 50 fino ai 60 gradi

Umidità dell’aria: fino al 50 percento

Getti di vapore: no

Diversamente dal bagno di vapore, l’impatto della temperatura e dell’umidità dell’aria della biosauna è ancora meno intenso e la sudorazione subentra in modo graduale. Per questo viene spesso definita anche come bagno di aria calda umida. Al vapore si aggiungono nella maggior parte dei casi oli essenziali come quello di limone o arancia, che svolgono un’ulteriore azione stimolante o rilassante. Le persone che soffrono di pressione alta traggono grandi benefici da questa sauna.

schwitzhuette.jpg
schwitzhuette.jpg

Capanna sudatoria / sauna indiana

Temperatura: dagli 80 fino ai 100 gradi

Umidità dell’aria: <10 percento

Getti di vapore: sì

La forma più semplice e allo stesso tempo, proprio per l’essenzialità della struttura, anche la modalità più spontanea e naturale con la quale fare la sauna risale ai nativi indiani d’America ed è formata da una struttura elementare fatta di verghe di legno, simile a una tenda, rivestita da coperte e panni a tenuta di luce. In un avvallamento al centro della tenda si depongono pietre roventi sulle quali viene versata dell’acqua. Questo tipo di sauna è offerta per lo più nei circoli privati.

infrarot-waermekabine.jpg
infrarot-waermekabine.jpg

Cabina di calore

Temperatura: fino a 40 gradi

Umidità dell’aria: bassa

Getti di vapore: no

La variante moderna di sauna che può essere inserita nella propria casa è la cabina di calore. A causa dello spazio ridotto solitamente in questo modello l’aria non viene riscaldata nel modo tradizionale, ma l’effetto termico viene trasmesso direttamente alla pelle mediante raggi infrarossi.

di Andreas Grote,

pubblicato il 22.01.2018


Potrebbe interessarti anche: