Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Prolungare la «modalità ferie»

Un momento fa ci stavamo ancora rilassando sotto il sole in un posto lontano, ma tornati alla scrivania il relax sembra essere svanito subito. Come preservare qualcosa della «modalità ferie» nella vita di tutti i giorni.

Il nostro «io» rilassato dalle ferie assomiglia all’abbronzatura: vorremmo volentieri mantenerla ancora un po’ nella vita di tutti i giorni, ma di ritorno a casa comincia subito a sbiadire. E dopo qualche giorno sembra che non siamo mai stati in vacanza.

Se molte lozioni promettono di far durare più a lungo la nostra abbronzatura, per quanto riguarda il relax la questione è molto più complessa. La psicologa e ricercatrice Jessica de Bloom si occupa già da qualche anno di indagare cosa procuri relax o stress durante le ferie, e anche cosa influisca sul nostro benessere prima e dopo. (Continua a leggere qui di seguito...)

Non fa bene passare da mille a zero

Secondo la studiosa, che svolge le sue ricerche presso l’Università di Tampere in Finlandia, è necessario prestare particolare attenzione anche alla transizione fra la vita quotidiana e la vacanza. Gli ultimi giorni di lavoro prima di lunghe ferie sono infatti particolarmente intensi, dal momento che c’è ancora tanto da concludere e organizzare.

Rallentare improvvisamente il ritmo da mille a zero non fa molto bene al fisico. Spesso durante i primi giorni di ferie si manifestano infatti diversi disturbi: si dorme male, la febbre sale o si soffre di disturbi gastrici. Allo stesso modo il relax accumulato si riduce drasticamente se già a partire dal primo giorno di lavoro dopo le vacanze si è sotto pressione per recuperare il tempo perso.

Poter decidere del proprio tempo in modo rilassato

In un altro studio, de Bloom si è informata più volte prima, durante e dopo le ferie estive sulla salute e il benessere dei soggetti coinvolti e desiderava sapere come stessero durante la vacanza. È emerso che il relax non dipende tanto da quello che un soggetto fa, quanto soprattutto dal fatto che decida autonomamente come impiegare il suo tempo e che organizzi qualcosa che lo rende felice, che si tratti di kitesurfing, di stare stesi su un’amaca o di visitare delle rovine.

Lo studio di Jessica de Bloom non è riuscito a identificare alcun «effetto relax» che sopravviva alle ferie; in altri lavori gli scienziati sono tuttavia giunti alla conclusione che questo effetto può durare dalle due alle quattro settimane, se si sa come fare. (Continua a leggere qui di seguito...)

Di più sul tema lavoro e salute

Tutto sul tema

Sei suggerimenti per prolungare l’«effetto vacanze»:

  1. Subito dopo l’ultimo giorno di lavoro, concediti un’ora di jogging nel bosco o di palestra. Questo permette di ammortizzare il passaggio dal ritmo lavorativo a quello delle ferie, aiuta a ridurre lo stress e a staccarsi mentalmente dal lavoro. Se lo sport è troppo faticoso per te: esci dall’ufficio un po’ in anticipo e torna a casa a piedi a passo veloce.
  2. Attiva la notifica di assenza per le e-mail di lavoro fino a un giorno dopo il tuo rientro. In questo modo il primo giorno di lavoro avrai una visione d’insieme sugli arretrati e potrai fissare le tue priorità.
  3. Non passare gli ultimi giorni di ferie a fare le pulizie o a preparare freneticamente le valigie. Insieme ai momenti migliori e peggiori, ciò che rimane più impresso di una vacanza è effettivamente la sua conclusione. Sbriga dunque l’inevitabile con un giorno d’anticipo – e lascia ancora qualcosa di piacevole da fare per la fine delle ferie.
  4. Torna in ufficio di mercoledì piuttosto che di lunedì: una settimana di lavoro breve e la prospettiva di un weekend rilassante fa sì che la quotidianità non prenda di nuovo subito il sopravvento.
  5. Organizza più vacanze brevi piuttosto che un grande viaggio all’anno: non è detto che il relax accumulato durante lunghe ferie resista di più di quello di una vacanza più breve.
  6. Durante la giornata ritagliati piccoli momenti di riposo e di svago: sfrutta la pausa pranzo per un breve picnic al parco, il lunedì mattina per una nuotata al lago, prepara il tuo piatto preferito delle ferie per gli amici oppure partecipa a una visita guidata anche nella tua città.

di Ümit Yoker,

pubblicato il 28.08.2019


Potrebbe interessarti anche:

Abbonati alla newsletter e vinci un controllo sanitario da medbase

Vai all'iscrizione