Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Sedano rapa: prezioso alleato per l’inverno

Il sedano rapa è una fonte di molte sostanze salutari, come vitamine e minerali. Meriterebbe un posto sulla prossima lista della spesa, e non solo per questo...

La variante selvatica del sedano rapa è originaria del bacino del Mediterraneo. I benefici per la salute offerti da questo ortaggio erano noti già all’epoca degli Egizi. Anche nell’antica Grecia e a Roma il sedano rapa era impiegato come pianta medicinale. Ancora oggi è utilizzato nella medicina naturale come rimedio utile contro reumatismi, disturbi all’intestino e allo stomaco e problemi renali e vescicali.

Tipica verdura a lunga conservazione

Appartenente alla famiglia degli ortaggi a radice, il sedano rapa presenta una spessa radice tondeggiante che può raggiungere la larghezza di 20 cm e il peso di 1 kg. La buccia protettiva, con un colore che va dal bianco-giallastro al marrone-grigio, ha un aspetto bitorzoluto per le sue numerose radici secondarie. La polpa ha un colore che spazia dal bianco al crema e una consistenza da soda a spugnosa. Il gusto caratteristico è conferito dall’elevato contenuto di oli essenziali.

Il sedano rapa viene raccolto in autunno ed è una tipica verdura a lunga conservazione per l’inverno. Per tutto l’anno è possibile acquistare il sedano rapa di provenienza nazionale. La coltivazione nei campi e quella in serra sono complementari.

Poche calorie, molte sostanze salutari

Con sole 28 calorie per 100 grammi, il sedano rapa è un vero campione di leggerezza. Grazie all’elevato contenuto di sali minerali, come potassio, ferro e calcio è anche particolarmente salutare. Il ferro è importante per i processi di formazione del sangue, mentre il calcio rafforza ad esempio le ossa e i denti. Anche il contenuto di vitamine è elevato: il sedano rapa è ricco soprattutto di vitamina E, niacina, acido pantotenico e vitamine B. Inoltre contiene anche molte fibre, importanti per la digestione. (continua a leggere qui di seguito...)

Contenuti collegati

Sceglilo con un test

Il sedano rapa va privato di foglie e radichette e conservato in un luogo fresco e asciutto. Se tagliato, può essere conservato per qualche tempo in frigo coprendo i punti di taglio, ad esempio con la pellicola trasparente. Al momento dell’acquisto, prova a colpirlo delicatamente con la mano: se il suono è cupo, l’interno è spugnoso e non è molto saporito.

Per la preparazione bisogna eliminare le foglie e pelare la radice grossolanamente. Il tempo di cottura si riduce notevolmente se, invece di utilizzare la radice intera, si taglia a fette o a dadini. Perché raggiungano insieme il giusto punto di cottura, è importante che abbiano la stessa dimensione.

Da gustare caldo e freddo

Il sedano rapa è praticamente indispensabile per aggiungere alle zuppe una nota di sapore. Insieme a porro e carote, è un contorno di verdure molto gustoso e apprezzato, ideale per accompagnare arrosti o involtini, ma anche come base per il brodo insieme al prezzemolo. Il sedano rapa è ottimo anche crudo e in insalata. Con noci e mele, è un ingrediente imprescindibile dell’insalata Waldorf.

pubblicato il 09.02.2018


Potrebbe interessarti anche: