Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Pregi e virtù dei ravanelli

Portano un tocco di colore in ogni insalata o salsa dip a base di verdure e conferiscono una nota saporita in più alle pietanze. Inoltre i croccanti ravanelli dalla forma rotonda sono ipocalorici e ricchi di sostanze preziose per l’organismo.

Si sa che sono imparentati col rafano, anche se la loro origine non è del tutto chiara. L’unica certezza è che si sono diffusi nel XVI secolo in suolo europeo a partire dalla Francia. Il loro nome tedesco deriva dal termine latino «radix» (= radice).

Dalla tarda primavera all’autunno

Rotondi e di color rosso intenso: questi sono i due tratti distintivi per eccellenza dei ravanelli. Tuttavia ne esistono anche di altri colori: bianchi, gialli, rosso chiaro e viola; in commercio sono reperibili perfino le varietà rosso-bianche. L’interno dei ravanelli, invece, è sempre bianco e la loro stagione va da maggio a ottobre.

Saporiti grazie alle essenze di senape

Con sole 16 calorie per 100 grammi, i ravanelli sono tra gli ortaggi più «leggeri» in assoluto. In compenso, sono ricchi d’acqua e fonte di preziose sostanze fitochimiche. Un particolare merito va alle essenze di senape, a cui i ravanelli devono il proprio sapore deciso e a cui viene attribuita anche un’azione antibatterica.

Da consumare subito

Al momento dell’acquisto è bene scegliere bulbi sempre ben sodi e rigogliosi, che andranno poi consumati a breve. Essi infatti tendono a seccarsi molto in fretta, perdendo sapore e raggrinzendosi. Se avvolti in un panno umido, conservano la loro freschezza in frigorifero per due o tre giorni.

Pubblicato il 09.10.2017


Potrebbe interessarti anche: