Internet Explorer non è più supportato

Per utilizzare al meglio il sito web ti preghiamo di usare un browser web attuale.

Chiudi

Vuoi vivere più sano?

Vuoi vivere più sano?

Mangiare dieci porzioni di frutta e verdura al giorno?

A quanto pare cinque porzioni di frutta e verdura al giorno sono troppo poche. È questa la conclusione di uno studio su vasta scala. Dobbiamo ripensare il modo in cui mangiamo?

Cinque porzioni di frutta e verdura al giorno vanno bene. Ma dieci sarebbero meglio. In questo modo la vita di milioni di persone si allungherebbe, affermano i ricercatori dell’Imperial College London.

Gli esperti hanno analizzato i risultati di 95 diversi studi osservazionali per un totale di circa 2 milioni di persone, esaminando 43 000 casi di malattie cardiache, 47 000 casi di ictus, 81 000 casi di malattie cardiovascolari in generale, 112 000 casi di cancro e 94 000 decessi.

Un terzo di diagnosi di cancro in meno

Per il nuovo studio, i ricercatori hanno verificato quale legame vi fosse tra un consumo di frutta e verdura da 200 a 800 grammi al giorno e i diversi rischi per la salute. Ecco cosa hanno scoperto:

  • 200 g al giorno riducono il rischio di malattie cardiovascolari del 13%, 800 g del 28%.
  • Il rischio di cancro diminuisce del 4% con 200 g e del 31% con 800 g.
  • 200 g riducono il rischio di morte prematura del 15%, 800 g del 31%.

«Il nostro studio mostra che un elevato apporto di frutta e verdura ha enormi vantaggi per la salute e che dovremmo cercare di aumentarne la quantità nella nostra dieta», afferma il responsabile dello studio Dott. Dagfinn Aune. Lo studio è stato pubblicato sull’«International Journal of Epidemiology»(Continua a leggere qui di seguito …)

Non tutta la verdura fa bene allo stesso modo

I ricercatori salgono da 5 a 10 porzioni al giorno perché prendono come base la raccomandazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di consumare quotidianamente 400 g di frutta e verdura. La Società Svizzera di Nutrizione consiglia invece di mangiare giornalmente 600 g di frutta e verdura, di cui 260 g di verdura e 240 g di frutta. Tradotto, vorrebbe dire 7,5 invece di 10.

Ma per i ricercatori non tutte le verdure e la frutta vanno ugualmente bene. Chi se la cava meglio sono mele, pere, agrumi, verdure a foglia verde come lattuga, spinaci o cicoria, broccoli e cavoli (in particolare il cavolfiore).

Un abbassamento del rischio di cancro è collegato principalmente a verdure verdi e gialle (spinaci, peperoni) e diverse crucifere.

Meglio mangiare più frutta secca?

Stando allo studio, i rischi cardiovascolari e di ictus possono diminuire soprattutto grazie a mele, pere, agrumi, insalate, verdure a foglia verde e crucifere. Frutta e verdura hanno un effetto positivo su pressione sanguigna, livello di colesterolo, elasticità dei vasi sanguigni e sistema immunitario.

Il medico esperto di alimentazione David Fäh reagisce con scetticismo alle proposte. «Si può consigliare, ma la questione è se ciò serva realmente a qualcosa. Le persone oggi sono già difficoltà ad arrivare a quattro porzioni di frutta e verdura al giorno». «Trovo invece più sensato mangiare una porzione di frutta secca quotidianamente».

A differenza della frutta, ha un basso impatto sulla glicemia e quindi si può consumare con facilità lontano dai pasti.

di Rüdi Steiner,

pubblicato in data 20.03.2017, modificato in data 13.12.2019


Potrebbe interessarti anche:

Allenarsi a casa: in modo polivalente, flessibile e mobile, come lo sei tu!

Comincia ora
migros-fitness-at-home.jpg